Le giornate si sono accorciate  molto, c’è molta umidità e poco sole, la natura vive una stagione di stasi,
indispensabile per ricaricare le riserve energetiche, tutta la potenza delle piante sta ora immagazzinata nelle
radici. La linfa che era nelle foglie è stata riassorbita. Se potessimo, l’inverno sarebbe la stagione del letargo,
purtroppo non è possibile, quindi pensiamo a dormire un po’ di più, evitiamo le attività troppo stancanti e
facciamo spesso dei bagni caldi.

Ve ne propongo due fantastici, uno con l’Essenza sandalo propizia la
calma, smorza l’aggressività, fa apprezzare piaceri del corpo, è molto indicato per bagni rilassanti e
aromatici. Un altro con l’Essenza Timo Echinacea per rinforzare le difese immunitarie in vista delle
aggressioni da virus e batteri, è anche molto tonificante e energetico, come ricostituente dopo una giornata
particolarmente impegnativa e fredda.
Depuriamo l’intestino per non ammalarci durante le feste Natalizie
Sappiamo che il grosso delle influenze incominciano a dicembre e raggiungono il picco nella prima
quindicina di gennaio, sapete perché? Il motivo è da ricercarsi nell’intasamento a livello metabolico dovuto
alla troppa abbondanza di cibi bevande e dolci che mettono in crisi intestino, reni e fegato.
Incominciamo dalla prima colazione che deve diventare il pasto più importante della giornata, una bella
ricettina nutriente e disintossicante per iniziare bene la giornata.
Ricetta per bambini e adulti:
125/150 gr di yoghurt intero o magro, ½ limone spremuto, 2 cucchiai di Muesli complet, un cucchiaio di
polline nahrin, un cucchiaio di Olio nahrin ricco di omega 6 e omega 3, aggiungere frutta a piacere.
Mescolate il tutto e la colazione è pronta.
A metà mattina e a metà pomeriggio due cucchiai di Vivialoe
Dopo i pasti principali due cucchiai di Amaro al Carciofo oppure Drops al Carciofo.
E saremo pronti per festeggiare a dicembre.
Acne preciclo
Se non sei più giovanissima e sul tuo viso compaiono ancora i brufoli e le pustole dell’acne giovanile, e il
disturbo peggiora prima del ciclo ed anche dopo le mestruazioni con pelle grassa, allora c’è bisogno di
riequilibrare l’intestino e l’apparato genitale. Per riequilibrare l’intestino è utile eliminare il più possibile gli
zuccheri e le farine raffinate, i latticini e gli aperitivi, tutti alimenti che lo possono irritare.
Come aiuto per l’equilibrio dell’intestino assumere ViviAloe e il prodotto Lactase mattina e pomeriggio.
Per riequilibrare l’apparato genitale la serenoa repens e la viola tricolor contenute nell’Aloderm insieme con
lo zinco contenuto nel Narosan Tropic possono essere la soluzione. La serenoa repens aiuta anche in caso
di peluria sul viso troppo accentuata.
Un trattamento viso illuminante in 3 mesi è in grado di migliorare moltissimo l’aspetto del viso.
E’ tempo di preinfluenze
Febbre bassa, stanchezza, mal di gola e raffreddore colpiscono già ai primi di novembre, soprattutto i
bambini. Con una scorta adeguata di sostanze vitali si può prevenire il contagio e abbreviare la
convalescenza, in genere i vaccini o non sono ancora pronti, possono non essere fondamentali se sappiamo
rinforzare l’organismo con i rimedi naturali.
Come strategia protettiva assumiamo i fermenti lattici presenti in Vitaflor, regolarizzano la flora batterica
prevenendo gli attacchi dei virus attivando le cellule immunitarie dell’intestino. Per i bambini la Pappa reale
presente nel prodotto Apemillo dà forza e migliora la risposta immunitaria. L’acerola e L’echinacina sono i
prodotti più consigliati per fare prevenzione e per intervenire prontamente in caso di infezione. Il Sambuco
presente nell’Estratto di fiori di Sambuco ha una ottima azione drenante delle tossine prodotte dai virus e
contrasta l’innalzamento della febbre, è utile anche per liberare il naso e i bronchi, contrasta la formazione di
catarro e muco. Un cucchiaio da the la sera prima di andare a letto in tisana calda è anche rilassante,
soprattutto per i bambini.
Per le placche e il mal di gola il timo previene tosse, afonia e infiammazioni della gola, massaggiare la
Crema Timo sulla pianta del piede o sul petto per i più grandi. Se la pelle intorno al naso è arrossata
applicare Unguento balsamico, utile anche come alternativa alla Crema Timo.
Purifichiamo la casa
Per evitare l’ingresso e il ristagno di batteri e virus all’interno delle nostre abitazioni è una buona abitudine
pulire i pavimenti aggiungendo 4 gocce di Olio Plus all’acqua di lavaggio e nel contempo bruciare lo stesso
olio nel fornelletto brucia essenze, in alternativa si può usare anche Olio Tea Tree o Olio Therapy.
Muffe e batteri in bagno
Le stanze da bagno sono ambienti caldi e umidi, soprattutto d’inverno negli angoli o nelle pareti dove ci sono
dei ponti termici con l’esterno si possono creare delle muffe e batteri. Per eliminare questo problema
aggiungere a 250 ml di acqua calda 10 gocce di Olio Tea Tree e 10 gocce di Olio Plus, spruzzare sulla
parete e lasciare agire per 3-4 ore poi strofinare e detergere con una spugna.
Ossa e articolazioni agili anche d’inverno
L’abbassamento delle temperature e l’umidità peggiorano la mobilità e infiammano le strutture
osteoarticolari, oggi grazie alla maggiore sedentarietà artriti e artrosi cominciano già a 40-45 anni. Un buon
apparato osteoarticolare si mantiene meglio se durante tutta la vita facciamo attività fisica per mantenere
una buona tonicità muscolare, si evitano così le tipiche fratture della terza età.
Correnti d’aria fredda e umidità sono i fattori climatici che contribuiscono a infiammare ossa, muscoli e
cartilagini. Le articolazioni sono provviste di terminazioni nervose molto sensibili alle variazioni di
temperatura e alla variazioni atmosferiche, si dice sempre “ecco che cambia il tempo, me lo dicono le mie
articolazioni”, arrivano quindi dolori a carico delle parti del corpo colpite da vecchi traumi, si intensificano
nevralgie, blocchi della schiena, artriti, artrosi, cervicale e reumatismi che ci costringono all’immobilità.
Per aiutare a migliorare la flessibilità articolare, nutrire le cartilagini e ridurre il dolore e le infiammazioni ci
sono due integratori: l’Artifit con glucosamina e condroitina principalmente, e l’Amarissimo dei 5
continenti o il Ben Ess con artiglio del diavolo come coadiuvanti per ridurre le infiammazioni e il dolore.
Come trattamento esterno c’è la Crema Artifit che contiene gli stessi componenti. Per le articolazioni colpite
da artrosi nei mesi freddi si possono riscaldare con la Crema al Ginepro stesa direttamente sulla parte da
trattare, avvolgere poi con un panno di lana o una fascia.
L’artrite è un’infiammazione delle articolazioni dovuta a diversi fattori, quali una vita sregolata e carente di
minerali. Le proprietà antinfiammatorie naturali dell’artiglio del diavolo contenuto nell’Amarissimo dei 5
continenti tendono a ridurre il dolore, l’acemannano dell’Aloe garantisce una buona lubrificazione alle
articolazioni e il Ribes Nigrum contenuto nel prodotto Acerola con Ribes Nigrum ha effetto antireumatico.
Come trattamento lenitivo esterno per l’artrite anche se reumatoide stendere Crema lavanda e crema
arnica alternate.
In caso di mal di schiena massaggiare delicatamente la parte con Crema Arnica, oppure 3-4 gocce di Olio
Plus con Crema Timo.
In autunno e inverno abituiamoci a bere il The Verde che funziona come prevenzione per tutti i tipi di artrosi
e Cervicalgia.
Il ricostituente di fine autunno
Il coenzima Q10 è una sostanza naturale indispensabile per la produzione di energia nelle cellule, trasforma
gli zuccheri in ATP che è il carburante cellulare, a novembre quando si fa sentire il freddo e aumenta la
fatica degli impegni lavorativi un aumento dell’energia a disposizione del cervello e del cuore è necessaria a
tutti, non solo dopo i 50. Il Q10 è anche un ottimo antiossidante, stimola il sistema immunitario, ringiovanisce
la pelle frenando la formazione delle rughe e aumentando i livelli di elastina e collagene.
Torcicollo e colpo della strega
Un colpo di freddo, una torsione improvvisa, una postura sbagliata possono far scattare il dolore nella zona
del collo. Affidiamoci alla Crema Arnica, applicarla sul collo e poi avvolgere il collo con una sciarpa di seta,
tenere per tutta la notte, aiuta a dissolvere l’infiammazione nella zona cervicale, vecchio rimedio che
funziona.
Il colpo della strega complice postura, freddo e umidità, colpisce tutti ma soprattutto le donne quando con
l’età la spina dorsale perde elasticità. Per prevenire mantenere tonici gli addominali, assumere Omega 3 che
contrastano i fenomeni infiammatori, e all’occorrenza massaggiare la parte dolorante con Crema Arnica
intervallata con Crema Timo, interessando i fianchi, glutei e se necessario anche le cosce. Come
integratore assumere Amarissimo dei 5 Continenti per alleviare il dolore.
Acidi urici in eccesso e reumatismi
Gli acidi urici in questa stagione possono aumentare grazie all’alimentazione più ricca di prodotti animali,
questi cibi caricano il sangue di tossine e acidi che infiammano le cartilagini. Per ridurre i dolori bisogna
depurare l’organismo e deacidificare. Si suggerisce di assumere il Basico per riportare nel tempo il pH ai
valori neutri, assumere poi Amarissimo dei 5 continenti che grazie all’estratto di salice riduce il dolore,
inoltre assumere Drenosan per eliminare gli acidi urici e depurare l’organismo.
Decalcificazione dopo la menopausa
Trifoglio e vitamina D sono gli integratori più indicati per contrastare la debolezza ossea dopo la menopausa,
il Trifoglio rosso è ricco di fitormoni protegge le ossa in menopausa, la vitamina D da sola o abbinata al
calcio e al magnesio contenuti nel Narosan Red Berry serve per rafforzare la struttura minerale. E’
importante anche portare il pH dell’organismo verso la neutralità con il Basico, un pH acido accentua la
perdita di minerali nelle ossa.
L’integratore per l’ipotensione
E’ il Narosan Mirtillo con ferro e rame, ed in caso di cali improvvisi della pressione bere un bicchiere
d’acqua con 2 cucchiaini di Iso Tea Lemon.
L’integratore per l’ipertensione
E’ il prodotto Passiflora-biancospino-ginkgo tutti i giorni come da dosaggio, assumere Magnesio e
Omega 3 o in alternativa agli Omega 3 assumere 2 cucchiai al giorno di Olio nahrin nell’alimentazione, se
c’è anche colesterolo un cucchiaio di Amaro al Carciofo dopo i pasti, e dove il colesterolo è sopra 240
assumere Riso rosso fermentato.
Per abbassare la pressione è utile anche il Siero di latte come diuretico, 4 cucchiai in un litro d’acqua.
Intolleranza al nickel
Se sei intollerante al nickel oltre ad evitare il più possibile il contatto con oggetti metallici e l’assunzione di
cibi che lo contengono (pomodoro, cacao, noci, nocciole, liquirizia, tè nero, mais in chicchi, avena, fegato di
manzo, aringhe affumicate, crostacei, kiwi, pere, prugne, uva, piselli, lenticchie, fagioli, fagiolini, cipolle,
asparagi e spinaci) puoi diminuire l’intolleranza assumendo il Narosan Tropic e l’Acerola con ribes
nigrum, entrambi i prodotti contengono sostanze che aiutano.
Deficit della tiroide – ipotiroidismo
Si può fare molto per prevenire il deficit della tiroide, gli elementi utili sono lo iodio, il selenio, lo zinco, le
vitamine del gruppo B, le vitamine A e D e gli Omega 3. Questi stessi elementi sono molto utili anche in caso
di disfunzione conclamata della tiroide, in questo caso il medico curante prescriverà il farmaco adatto.
Gli integratori che suggeriamo sono il Maishitake + Acai che sembra abbia la proprietà di regolarizzare la
funzione della tiroide e altri da associare sono: Sale marino erbe fini nell’alimentazione, il Nahroderm che
contiene il selenio e la vitamina A (betacarotene) da assumere nei mesi che vanno dalla primavera fino a
settembre, la Vitamina D e il Narosan Tropic per lo zinco e le vitamine del gruppo B.

Per consulenze fitoterapiche 3392363957